Lancia Ardea

Web - site

Sito ufficiale del Lancia Ardea Club

Guida al restauro

Home page
Navigatore sito

Guida acquisti

Aggiornamento: 28.05.2021

I veicoli restaurati professionalmente, purtroppo sono veramente rari e superano grandemente il valore delle quotazioni.

L'Ardea è una vettura complessa sia nella meccanica che nella carrozzeria.

Il restauro professionale completo deve prevedere:

esame della vettura, ricerca dei dati identificativi e dell'originalità

esame della vettura ricerca del colore originale e di eventuali modifiche

smontaggio completo.

sverniciatura: termo-sverniciatura o sverniciatura ad acqua

trattamento con primer epossidico o cataforesi

restauro dei lamierati (lattoneria), ri-montaggio per ri-allineamenti di cofani e porte

verifica, pulizia e verniciatura a polvere di tutte le componenti nere:

    tiranti, differenziale, trasmissione, sterzo, scatola guida, staffe paraurti, cric ecc.

pulizia e lucidatura di maniglie, profili, e cornici vetri.

restauro della calandra e di tutte le cromature.

pulizia e zincatura della bulloneria

smontaggio del motore e revisione completa con sostituzione delle parti deteriorate

ri-assemblaggio del motore

pulizia e verniciatura con vernice nera speciale del filtro aria e coperchio valvole

pulizia e revisione del carburatore

revisione del radiatore e sostituzione eventuale della massa radiante

revisione della pompa dell'acqua

revisione del cambio e della frizione

Sostituzione o revisione dell'impianto frenante: condotti in rame, pompa freni, serbatoio

pulizia e revisione alimentatore sospensioni

revisione di tamburi freni, ganasce, pattini e cilindretti

revisione degli ammortizzatori e delle balestre posteriori

rifacimento dell'impianto elettrico: fili, bobina, spinterogeno, fusiliere, ecc.

restauro dei fari anteriori e posteriore e delle frecce a bacchetta

restauro degli strumenti, del volante e dei pomelli

trattamento del serbatoio con Tankerite® e verniciatura esterna speciale

etichette adesive e in alluminio

raddrizzatura e lucidatura dei paraurti.

stuccature e verniciatura della scocca

sostituzione delle guarnizioni ed eventualmente dei vetri

restauro dei cerchioni e sostituzione degli pneumatici

restauro della selleria, dei pannelli, del cielo tetto e della tendina parasole

pulizia e sostituzione eventuale di maniglie tira-porta e di cortesia

restauro o rifacimento di tappeti e rivestimenti in gomma e moquette posteriore

ri-montaggio della vettura, profilatura laterale e finitura

liquidi e messa a punto globale

rimessa in strada: documenti e collaudi

 

Evitare contestazioni

Quando si procede ad un restauro conservare SEMPRE, laddove possibile, una traccia dell'originale di ciò che viene rifatto:

un campione della stoffa dei sedili.

una scaglia della vernice originale.

un campione della passamaneria dei sedili.

un campione della moquette.

tante foto che documentino l'originale e il lavoro svolto

Tutto ciò serve AD EVITARE CONTESTAZIONI in sede d'iscrizione ai Registri. A volte si incorre commissari inesperti del modello che contestano rifacimenti come non conformi all'originale quando invece lo sono. L'esempio più tipico sono i metallizzati  (c'è anche chi è convinto che all'epoca non esistessero!) e la stoffa dei sedili.

il Fai da te

Il fai da te è una pratica sconsigliata soprattutto se non si è specialisti del settore o esperti.
Il rischio è di provocare dei danni o di rendere più complicato e costoso il lavoro di ricostruzione.

Le regole di base anche per i professionisti

Prima di qualsiasi azione: documentarsi presso l'Archivio Storico Lancia per raccogliere tutte le informazioni relative all'originalità
Non smontare se non si è certi di portare a termine il restauro
Salvare il più possibile ciò che è originale
Non buttare nulla, ciò che va rifatto è comunque una dima per rifarlo ex novo
Ciò che sembra irrecuperabile a volte è solo sporco
Non perdere nulla e non mischiare i pezzi smontati con i pezzi di altre auto
Classificare tutto anche e soprattutto viti, dadi, rondelle, bulloni
Disporre di attrezzi adatti per non rovinare i pezzi
Non tagliare mai i fili elettrici originali: servono come dima per il nuovo impianto per le lunghezze e i diametri necessari

Fotografare è essenziale per ricostruire

Bisogna fotografare ogni pezzo prima di smontarlo
Bisogna fotografare i passaggi dei fili e i loro collegamenti
Ogni particolare deve avere dei riferimenti per essere rintracciato
Le foto permettono di rimontare così com'era

Il puzzle del restauro: gli artigiani coinvolti

Carrozzieri: sono le persone centrali del restauro, dalla partenza con lo smontaggio, all'allestimento finale e finitura.

Meccanico: non è solo per il motore, non vanno dimenticati i freni, la trasmissione, il cambio, gli ammortizzatori, ecc.

Elettrauto: l'impianto elettrico va quasi sempre ricostruito.

Specialista strumenti: la grafica di solito è da rifare, ma anche revisione e pulizia interna degli strumenti sono necessarie.

Tappezziere: anche in presenza di un interno conservato bisogna intervenire per pulizia e sanificazione.

Cromatore: le cromature non sono poche: calandra, fregio cofano, manigliette sedili, scontrini porte,

cornici strumenti, posacenere, cornici fari, freno a mano, supporti alette parasole, frecce a bacchetta, plafoniera, baffi fari, coppe ruota,

pomelli interni apertura porte e loro cornici nelle sedi di scorrimento.

Lucidatore metalli: paraurti, cornici in alluminio e maniglie porte interne ed esterne.

Questi artigiani devono lavorare in modo sinergico tra loro per ottimizzare i tempi ed affrontare eventuali problematiche comuni alle diverse attività.

La stima dei costi

Abbiamo redatto una STIMA dei costi con l'intento di fornire un elenco con un ordine di grandezza su quanto si potrebbe affrontare

per un restauro totale professionale considerando una media dei ricambi necessari e un costo della mano d'opera di 25€/ora.

Queste cifre possono ovviamente variare a dipendenza degli specialisti coinvolti nel restauro e dalle condizioni della base di partenza.

 

Attività (riferite alla Ardea berlina) Euro

Note

smontaggio vettura 800  
sverniciatura - termo-sverniciatura 1300  
primer epossidico 500  
lattoneria 1250 partendo da una buona base, non troppo corrosa
verniciatura scocca, porte e cofani 5500  
materiali di consumo 2500  
guarnizioni 2000  
assale anteriore, revisione ammortizzatori 1600  
parti meccaniche, pulitura 1000  
cerchi ruota: raddrizzatura, sabbiatura e verniciatura 500  
pneumatici (5x) 800  
cromature 600  
lucidatura parti in alluminio (profili, maniglie) 600  
faro posteriore plastiche 80  
verniciature con polvere nera 200  
freni e bilanciatura albero trasmissione 500  
spazzole tergi (ripristino) 50  
lucidatura paraurti 200 esclusa raddrizzatura eventuale
volante ricostruzione 500  
profili pedane 80 se mancanti o molto rovinati
raccordo benzina tra carburatore e rubinetto 50  
carburatore revisione e pulizia 350  
pulizia serbatoio e trattamento con tankerite 400  
rifacimento impianto elettrico 3000  
revisione radiatore 350  
cilindretti freni e revisione freni 800  
tubi freni e pompa freni 280  
gommini albero trasmissione 160  
gommini supporto motore 40  
vetri fari anteriori e argentatura parabole 250  
revisione ammortizzatori posteriori e balestre 900  
silent block e boccole varie 160  
rimontaggio vettura 2500  
tappezzeria: stoffe, imbottiture, cielo tetto e pannelli vari 5000 esclusa la sostituzione delle molle dei sedili
revisione strumenti 1500  
pulizia bulloneria 750  
zincatura bulloneria 200  
motore revisione completa 4000  
sostituzione parabrezza 200  opzionale, per sicurezza con stratificato
frizione 400  
scarico e silenziatore 350  
TOTALE 42200 IVA esclusa